Vicenda Amica, interviene l’on. Angelo Cera


Gli arresti fanno emerge uno spaccato preoccupante sulla gestione della cosa pubblica a Foggia.

Vicenda Amica, interviene l’on. Angelo Cera
martedě 10 aprile 2012 14:17:34

di  Redazione

stampa questa news invia questa news ad un amico

FOGGIA - "Gli arresti disposti venerdì scorso dalla Direzione Distrettuale Antimafia e dalla procura della Repubblica di Foggia fanno emergere uno spaccato preoccupante degli ultimi anni della gestione dell'Amica SpA, soprattutto se venissero confermate le accuse mosse agli ex dirigenti". È quanto dichiara il segretario provinciale dell'Unione di Centro, on. Angelo Cera, in merito alle vicende giudiziarie che riguardano l'azienda di nettezza urbana.

"Grazie al lavoro certosino dei magistrati, i foggiani hanno compreso il motivo per il quale l'Amica SpA è fallita - fa sapere il deputato centrista - e come mai negli ultimi tempi la città era invasa dai rifiuti. Non una parola di dissenso è giunta dai partiti di centrosinistra che nel 2007 hanno affidato la spa comunale nelle mani di gente che anziché fare gli interessi dell'azienda, avrebbe pensato a tutt'altro.

La vicenda Amica dimostra l'incapacità della gestione della cosa pubblica - conclude l'on. Angelo Cera - e la poca serietà con la quale sono state adottate scelte al Comune di Foggia che hanno portato l'amministrazione, da quasi nove anni gestita dai partiti di centrosinistra, sull'orlo del fallimento e sotto scacco alle organizzazioni malavitose".


IlGrecale.it è una testata giornalistica.
Reg. al Tribunale di Foggia n. 08 del 9.4.2011.
Direttore Responsabile: Piero Russo
Partita iva 03201310715.
email: info@ilgrecale.it

Contatta la redazione

Distribuiamo feed e tools gratuitamente. Leggi come.
powered by netplanet

Stai inviando il link del seguente articolo:

Vicenda Amica, interviene l’on. Angelo Cera

Il tuo nome (e cognome)

L'email dell'amico/a

Puoi includere un piccolo messaggio (opzionale)

» Misure antispam

quanto fa 3 + 9?

Trattamento dati personali: Ho letto e accetto.