Miranda: il futuro del Gino Lisa è nell´allungamento della pista


"Altrimenti studiare soluzioni Alternative ad Aeroporti di Puglia!"

Miranda: il futuro del Gino Lisa è nell´allungamento della pista
sabato 12 novembre 2011 10:28:41

di  Redazione

stampa questa news invia questa news ad un amico

FOGGIA - Investire sul Gino Lisa, è questo che si può e si deve fare per non arrendersi di fronte ad un'apparente sconfitta!
Accogliere la sfida di un'infrastruttura fondamentale per la terra di Capitanata è alla base di qualsiasi attività finalizzata a quel riscatto della nostra terra da tutti auspicato.

La carenza infrastrutturale non regge come motivazione alla base della chiusura dell'aeroporto, soprattutto alla luce del fatto che il progetto esecutivo di allungamento della pista a 2000 metri è stato già approvato, grazie ai fondi Fas.

Il progetto è stato elaborato da AdP, si attende ora solo che il Comune lo approvi in via definitiva prima della convocazione della conferenza dei servizi fissata per i primi di dicembre.

E' vero sì che un aereo da 50 posti costa alla compagnia quanto un aereo da 150 posti, circa 6000 €, ma è altrettanto vero che con l'adeguamento della pista il Gino Lisa sarebbe alla stregua di altri aeroporti internazionali, quali quello di Pantelleria, Mykonos e Firenze, ove sulla stessa pista atterrano aerei di dimensioni maggiori che possono decollare anche solo con un carico pari al 25% del serbatoio totale.

Se dunque il Gino Lisa, entro il 2013, dovesse diventare un aeroporto a tutti gli effetti, si aprirebbero nuove prospettive per lo scalo foggiano, delle prospettive che sono già state colte, a quanto pare, da più di un vettore, la compagnia Valdostana Air Vallèe, ad esempio, si è già proposta come sostituta della Darwin per l'avvio di nuovi collegamenti aerei.

Ovviamente solo con l'adeguamento della pista si potranno fino in fondo concretizzare tali accordi commerciali, e solo così si darebbe la possibilità all'aeroporto di Foggia di lanciare una sorta di sfida al territorio di Capitanata, all'utenza interna interessata e fidelizzata, e a chi sbarca da noi per motivazioni commerciali e turistiche.

Al contempo è necessario comprendere che sarebbe opportuno, per una realtà come quella aeroportuale foggiana, studiare soluzioni Alternative ad Aeroporti di Puglia, poiché gestita esclusivamente dai cugini baresi che, giustamente o ingiustamente, tendono solo verso i propri interessi!

Né è una dimostrazione eclatante il progetto messo a punto da Adp per la concessione del suolo ove sorge il Gino Lisa, al fine della realizzazione di un parco fotovoltaico, di cui Adp avrebbe incassato le royalties per vent'anni ed avrebbe tratto l'energia elettrica per alimentare tutti gli aeroporti pugliesi.

Il Lisa allo stato attuale può rivelarsi invece come un ottimo investimento per coloro i quali abbiano a disposizione dei mezzi per rilevare l'intera struttura e procedere con una gestione privatizzata, totalmente separata da quella pugliese, che consentirebbe di far rientrare nelle casse della Capitanata l'intero utile, una prospettiva nuova e vantaggiosa se vista in termini di impresa.
Uno spiraglio di luce c'è se si procede dunque in questa direzione!

 

IlGrecale.it è una testata giornalistica.
Reg. al Tribunale di Foggia n. 08 del 9.4.2011.
Direttore Responsabile: Piero Russo
Partita iva 03201310715.
email: info@ilgrecale.it

Contatta la redazione

Distribuiamo feed e tools gratuitamente. Leggi come.
powered by netplanet

Stai inviando il link del seguente articolo:

Miranda: il futuro del Gino Lisa è nell´allungamento della pista

Il tuo nome (e cognome)

L'email dell'amico/a

Puoi includere un piccolo messaggio (opzionale)

» Misure antispam

quanto fa 3 + 7?

Trattamento dati personali: Ho letto e accetto.